Home

Vie Blu

PREMESSA

Gli interventi oggetti di questa relazione, vengono realizzati per salvaguardare la sicurezza di infrastrutture e centri abitati, controllare i corsi d’acqua, generandone un mutamento “utile”, limitandone cioè la naturale tendenza a cambiare corso, regime, profilo. Ogni intervento che forza il naturale equilibrio si ripercuote in modo allargato sull’asta fluviale e sul suo bacino.

In quest’epoca, più che mai, questo equilibrio dipende dalla possibilità di mantenere o recuperare equilibri naturali che lo sviluppo ha modificato o potrebbe alterare.

In questa prospettiva trovano fondamenti, valori e sostenibilità l’idea progettuale “VIE BLU” approvata con DGR n. 1675 del 29.11.2007 che prevede, in un arco temporale di 7 anni, una serie di azioni volte al raggiungimento di tali obiettivi:


  • concorrere alla riduzione complessiva e alla prevenzione del rischio con interventi di pulizia vegetazionale e di pulizia spondale articolati territorialmente in ogni sezione idraulica compreso l’azione di prevenzione antincendio del patrimonio forestale diffuso su tutti i bacini;
  • recuperare la multifunzionalità (ambientale, fruitiva, paesistica) delle opere idrauliche esistenti, in modo da renderle nuovamente funzionali ed efficaci;
  • risanare e valorizzare le sponde fluviali e i terreni con termini;
  • ripristinare le aree dismesse in funzione del rafforzamento e della ricostruzione fiume-territorio;
  • connettere gli spazi aperti degli ambienti fluviali, mediante la realizzazione di sentieri ecologici, che consentano di percorrere, a piedi o in bicicletta, i fiumi della regione, dalle sorgenti al mare, in una rete verde che comprenda le fasce di pertinenza fluviale, le aree protette e i parchi già esistenti;
  • concorrere al perseguimento di obiettivi di qualità delle acque attraverso l’identificazione, la localizzazione e il censimento degli scarichi esistenti o di altre fonti inquinanti;
  • preservare quantitativamente la risorsa dei fiumi mediante l’identificazione, la localizzazione e il censimento dei prelievi in atto;
  • aggiornare e completare il quadro conoscitivo delle criticità dei corsi d’acqua mediante l’implementazione di un programma censuario di rilevamenti su tutto il reticolo idrografico;
  • sviluppare sistemi di azioni e programmi per la piena condivisione delle informazioni e per la pubblicazione delle stesse, nonché, per promuovere e diffondere la cultura dell’acqua, sia sotto l’aspetto etico che cognitivo, sollecitando e permettendo una piena partecipazione dei cittadini alle iniziative volte alla valorizzazione, alla tutela e all’utilizzo razionale delle risorse idriche.

Il Progetto Vie Blu, ormai alla seconda annualità, viene gestito dall’APEA per tramite della Provincia di Matera, che ne ha trasferito gli atti per la successiva gestione ed esecuzione delle procedure tecnico/amministrative, con deliberazione di Giunta Provinciale n. 110 del 29.04.2009.

Le attività di salvaguardia e tutela degli alvei fluviali, sono svolte sull’intero territorio provinciale in numero di 16 squadre, su cinque Basi funzionali e centri Operativi, individuate secondo le indicazioni del progetto in argomento.



Torna alla HOME

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull'hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information